Pesca. Sindacati a Commissione Senato, valorizzare lavoro per rilanciare settore 

Fai, Flai e Uila Pesca sono stati auditi presso la Commissione Agricoltura del Senato, nella giornata di ieri, sul sistema dei controlli nella pesca: “Come Sindacato abbiamo sostenuto che la giusta e coerente tutela ambientale e della risorsa ittica non può prescindere dalla altrettanto indispensabile tutela economica e sociale del settore. Importiamo oltre l’85% del prodotto consumato in Italia ed abbiamo perso il 30% dell’occupazione negli ultimi 5 anni.”

 

“Certamente – continuano le organizzazioni sindacali dei lavoratori della pesca – siamo tra quelli che hanno promosso una pesca sostenibile e competitiva che impegni i nostri pescatori su nuove tecniche di gestione responsabile della risorsa e dell’organizzazione del lavoro ma non si può appesantire il comparto con regole sanzionatorie sproporzionate al valore dell’attività.

 

In questo modo, si rischia di buttare a mare anche gli sforzi di coloro che in questi anni hanno creduto nel cambiamento verso una pesca moderna. L’unica strada possibile è il dialogo e la partecipazione dei pescatori alle scelte che si fanno come paese sulla pesca” dichiarano Fai, Flai e Uila Pesca.

 

“È necessario istituire nuovamente la Commissione Consultiva nazionale della pesca oltre che dare vita a piani di gestione locale partecipati per la tutela della risorsa nonché OP della pesca per difendere il valore del prodotto sul mercato. Il settore si rilancia mettendo al centro il lavoro, valorizzandone il contributo e realizzando misure coerenti con questo obiettivo, a partire dall’istituzione di ammortizzatori sociali strutturati e tutelando del salute e la sicurezza in mare”.