LAVORO. GOVERNO RENZI CONTRO LA CONTRATTAZIONE DI II° LIVELLO

“Siamo giunti praticamente ad aprile e non è stato ancora emanato il Decreto di Fiscalizzazione a favore dei lavoratori per i Premi di Produzione ed altri incentivi tesi a favorire l’aumento della produttività e della flessibilità”. Lo denuncia Mauro Macchiesi, Segretario Nazionale della Flai Cgil.

“In un settore come quello dell’agroalimentare, in cui ci sono premi importanti, questo significa una perdita si salario annuo di circa 400 euro a lavoratore impiegato nelle aziende dove viene praticata la contrattazione di secondo livello”.

“Inoltre – prosegue Macchiesi – non è stato ancora emanato il Decreto di Decontribuzione a favore delle aziende che sottoscrivono accordi per incentivare la Produttività, relativo al 2014. Tutto questo in un momento in cui andrebbe sostenuta la ripresa con una forte azione per favorire la saturazione degli impianti produttivi. Non vorremmo che gli incentivi per il lavoro promessi dal Governo Renzi fossero come i carri armati di Mussolini, da una parte si dà e dall’altra si toglie”.