FLAI CGIL
You are here:  / Comunicati / Filiera Avicola Molisana. Prospettive e rassicurazioni su ammortizzatori sociali e rilancio del settore

Filiera Avicola Molisana. Prospettive e rassicurazioni su ammortizzatori sociali e rilancio del settore

“L’incontro tenutosi ieri, presso il Ministero dello Sviluppo Economico sulla vertenza Gam tra la Regione Molise, rappresentata dal presidente Frattura, GAM, Gruppo Sagem (cooperativa agricola affittuaria impegnata nell’acquisto), Fedagri-Confcooperative e le rappresentanze sindacali nazionali, regionali e le RSU, fa ben sperare rispetto al futuro del settore e alla conferma degli ammortizzatori sociali in favore dei lavoratori coinvolti”. Lo dichiarano in una nota unitaria Fai, Flai e Uila.

 

“Nell’ambito del rilancio degli impianti, già garantito dall’affitto degli stessi, e nella speranza che si concluda positivamente la procedura per la vendita di prossima scadenza, è strategica la garanzia, da parte dei rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico, della proroga annuale degli ammortizzatori sociali, fondamentali per la continuità di reddito per i lavoratori fino alla definitiva riapertura delle lavorazioni”.

 

“Fai, Flai, Uila seguiranno da vicino e con attenzione l’evoluzione della vicenda e, ritenendo le condizioni attuali particolarmente favorevoli, si impegnano a rendersi da subito disponibili con la Sagem per un confronto su come rilanciare il settore avicolo molisano, rendendolo il più possibile competitivo ed efficiente offrendo prospettive e garanzia occupazionale. Allo stesso modo sarà portato avanti il lavoro con la Regione Molise, che dopo l’importante ruolo svolto in questi anni, sarà necessario per la definizione degli ammortizzatori sociali per il rilancio della filiera avicola molisana”.

 

“Infine riteniamo importantissima la presenza al tavolo sia dell’azienda che dei rappresentanti della Fedagri-Confcooperative, a garanzia della serietà del progetto presentato e della disponibilità di avviare un protocollo di relazioni sindacali indispensabile per la delicatezza della situazione per questo il tavolo presso al MISE rimane aperto per accompagnare positivamente tale percorso”.