Copador. Formalizzata richiesta di tavolo al MISE e MIPAAF 

Flai, Fai e Uila nazionali hanno formalizzato nella giornata di ieri la richiesta di un Tavolo di confronto al Ministero dello Sviluppo Economico, come già avvenuto la scorsa settimana e al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, sulla situazione che riguarda Copador, importante azienda di trasformazione del pomodoro di Parma, e più in generale tutto il comparto della trasformazione del pomodoro industriale. 

Il tempo per garantire la campagna è agli sgoccioli e occorre mettere in capo ogni sforzo per permettere all’impresa di operare e alla filiera di non avere contraccolpi difficilmente prevedibili in caso di consistenti perdite di produzione.

Come Flai Cgil riteniamo imprescindibile difendere l’occupazione, ricordiamo che sono 600 i lavoratori direttamente coinvolti tra fissi e stagionali, e i diritti contrattuali. Per rendere questo possibile serve che tutti gli attori in campo, le istituzioni, le banche, il mondo agricolo e i loro rappresentanti facciano la loro parte e che l’azienda predisponga a breve un credibile piano industriale.