Cooperazione agricola. Rinnovato il CCNL

E’ stato rinnovato oggi 3 agosto 2016, dopo due giorni di trattative “no stop”, il contratto collettivo nazionale di lavoro per i lavoratori dipendenti delle cooperative e consorzi agricoli, che interessa oltre 50000 lavoratori e circa 3500 imprese cooperative.

Ne danno notizia Fai, Flai e Uila che affermano “dopo un complesso e lungo periodo di confronto iniziato lo scorso dicembre e nonostante il difficile contesto dovuto al protrarsi della crisi economica, esprimiamo soddisfazione per l’intesa raggiunta che garantisce un incremento del salario reale dei lavoratori e migliora in maniera significativa le prestazioni normative e di welfare”.

Il rinnovo prevede un aumento a regime di € 77 sul terzo livello e il contratto avrà durata quadriennale, dal 1 gennaio 2016 al 31 dicembre 2019.

Sul versante normativo, importanti le novità ottenute: nell’articolo riguardante gli appalti si è evidenziata la possibilità di farne ricorso soltanto per le attività che esulano dal ciclo produttivo dell’impresa; sono state definite linee guida in materia di produttività al fine di incrementare la contrattazione di secondo livello; in tema di cambiamento di mansioni si interviene migliorando la normativa attuale.

Sul versante del welfare, in caso di congedo obbligatorio per maternità le imprese cooperative integreranno alle lavoratrici la prestazione erogata dall’Inps al fine di raggiungere il 100% della retribuzione.

Nelle prossime settimane l’ipotesi di accordo sarà discussa dai lavoratori nelle assemblee in vista della definitiva approvazione.Cooperazione