Castelfrigo. Galli, prosegue il presidio e si lavora sui punti dell’accordo regionale

 

“Davanti al piazzale della Castelfrigo prosegue il presidio dei lavoratori delle cooperative in appalto e della Flai Cgil per arrivare ad una soluzione giusta di una vertenza molto difficile e dolorosa. È necessario far vivere quanto sottoscritto la scorsa settimana in Regione tra Cgil, Cisl, Uil e Alleanza delle cooperative italiane. Nel verbale di incontro sono state convenute misure importanti volte alla ricollocazione dei lavoratori licenziati delle due cooperative spurie, l’impegno di tutti al rispetto delle regole previste dal TU regionale sulla legalita’ e la costituzione di un tavolo di monitoraggio permanente per il sostegno alla proposta di legge di iniziativa popolare presentata in Senato sul contrasto alle false cooperative”. Lo dichiara Ivana Galli, Segretaria Generale Flai Cgil.
“Come è successo per la Legge 199, è necessario che anche la politica dia il proprio contributo decisivo per scardinare quel sistema di cooperative spurie che danneggia i lavoratori e l’intero settore. Per questo al prossimo Parlamento chiederemo l’approvazione della proposta di legge che purtroppo è rimasta ferma in Senato. Sin da ora le forze politiche potrebbero prendere un impegno in questa direzione”.
“I lavoratori che per oltre due mesi hanno scioperato chiedono rispetto dei contratti, degli orari di lavoro, chiedono dignità e legalità e non tranelli e buste paga fantasiose. E insieme a loro, lo chiediamo per tutti i lavoratori, migliaia, che lavorano per le cooperative spurie. Chiamo che non ci siano lavoratori alla mercé di false cooperative che approfittano di loro e colpiscono le realtà sane, né operano nella trasparenza e nel rispetto delle regole”.
“Le soluzioni prospettate al tavolo in Regione possono dare una risposta all’intero comparto e ai lavoratori, a cominciare da coloro che sono rimasti senza lavoro”.