Home Campagne Cooperazione Internazionale

Cooperazione Internazionale

Il Progetto prevede lo scambio di informazioni sulle pratiche sindacali ma anche uno scambio di conoscenze sullo stato sociale, le condizioni di lavoro e le politiche economiche e sociali che regolano la società cubana e quella italiana. Gli incontri si sono avuti, tanto a Cuba quanto in Italia, con rappresentati del SNTIAP (la Federazione che organizza i lavoratori dell’industria alimentare e della pesca) e SNTAF (la Federazione che organizza i lavoratori dell’agricoltura e forestali), e CTC Nazionale. Inoltre la Flai nazionale sta seguendo due progetti di ristrutturazione, in collaborazione con Progetto Sviluppo Roma-Lazio, di due Centri medici a L’Avana.

Il Progetto prevede scambi intersindacali, corsi di formazione anche con i delegati della CNTS, la più importante centrale sindacale del Senegal. L’intento è la costruzione di una rete di protezione che informi chi si appresta ad emigrare in Italia su quali sono i suoi diritti di cittadino e lavoratore. Inoltre la Flai Cgil ha “adottato” la MAISON D’EDUCATION DES JEUNES FILLES “MARIAMA BA”, per la quale ha contribuito alla ristrutturazione della cucina di questa scuola, polo di eccellenza per l’istruzione delle giovani ragazze del Senegal.

24 marzo 2013: Protocollo d’intesa. A Casal di Principe è stato sottoscritto Protocollo d’intesa con tra Cgil Caserta, Flai Cgil Caserta, Flai Cgil Campania e l’associazione Faso Zekola, che raccoglie molti lavoratori del Burkina Faso presenti sul territorio campano. Il protocollo è imperniato sulla legalità, lo sviluppo e l’inclusione sociale dei migranti. Ampio il ventaglio di prestazioni contemplate dal protocollo: tutela lavorativa, prestazioni fiscali, assistenza previdenziale, mediazione nei rapporti con le istituzioni e con gli uffici pubblici locali, assistenza sanitaria, necessità di apprendere la lingua italiana per una maggiore integrazione.

Il 28 gennaio 2013 è stato firmato l’Accordo quadro di collaborazione intersindacale, ratificato a Salerno il 20 maggio, che poi è stato rinnovato ogni anno.
L’Accordo tra Flai Cgil Nazionale, la FGA (Fédération Génerale de l’Agricolture), cui si aggiungono la Cgil Nazionale e l’UGTT (sindacato confederale tunisino), è volto a creare condizioni di tutela, a cominciare dal luogo di origine, per quei lavoratori e lavoratrici che vengono in Italia per trovare occupazione nel settore agricolo. Scopo dell’accordo è quello di poter informare e formare, affinché i lavoratori una volta in Italia non si trovino davanti solo problemi e delusioni, ma anche strumenti di comprensione e integrazione. L’accordo prevede l’apertura di Sportelli d’Informazione ed Orientamento per i lavoratori tunisini che intendono migrare in Italia.